Crea sito

 

Worthless

Simone Porrovecchio descrive il londinese Worthless, negozio dislocato "in uno degli angoli pił prestigiosi di Londra", partendo dalla sua insegna con "il nome ancora fresco di vernice" che, con "caratteri cubitali bianchi su sfondo rosso" significa, "in senso letterale", "senza valore". In contrapposizione alle "gallerie milionarie" presenti nella stessa zona, la "galleria-negozio pił avant-garde del momento" non ha "prezzi esorbitanti" e si basa su un'idea "semplice": i visitatori possono lasciare oggetti da loro inutilizzati, che i curatori della galleria trasformano in "oggetti d'arte" e rimettono in vendita.

 

(L'Espresso, N. 39 anno LV, 1 ottobre 2009, pag. 163)

 
 

Copertina del giornale contenente la recensione

Pagina 163 del giornale contenente la recensione

 
 

 

 

Visualizza questa recensione su Trivago

 

Home Recensioni offline Funzioni base Banner Siti amici Iniziative a premi Pagelle